Home Page


10 Aprile 2011

 

 

Dopo una settimana di lavoro con giornate stranamente calde da temperature estive , finalmente e' arrivata anche domenica, con una bella giornata serena !
L'appuntamento e' alle 10.00 a Cernobbio e alzatomi di buon ora, con abbigliamento leggero inforco il mio 650 luccicante direzione Tradate per incontrare Ivan e Federica, ma non siamo gli unici amanti delle due ruote, e una corsa di ciclisti ci fa rallentare molto; solo percorrendo delle strade alternative raggiungiamo Cernobbio con un pò di ritardo dove ci aspettano Salvatore , Anna , Walter , Nadia , Roberto (che per oggi ha una nuova zavorrina la figlia Laura!) e i nuovi amici Angelo e Adele che con il loro burgman 400 mi fanno provare un pizzico di nostalgia del mio fido 400 grigio...
Dopo il buongiorno di rito, il serpentone di Sadv (oggi solo in 6 mezzi, ma "all black"!!) prende il via attraverso le stradine in mezzo alle case del lungolago fino all'imbarcadero per l'Isola Comacina ma, il prezzo un pò inaspettato per la barca e la visita obbligatoria, ci scoraggia cosi' decidiamo di salire per la Valle d'Intelvi e raggiungere una zona tranquilla per il pranzo e il relax.
Man mano che percorriamo i tornanti il panorama che si presenta tra le verdi vallate, in contrasto con l'azzurro del cielo limpido e il lago sottostante, ci rasserena gli animi dallo stress della settimana alle spalle ..
Arriviamo a Pigra in un piazzale, per lasciare i nostri mezzi, dove ci accoglie uno strano suono di vuvuzela di un folcloristico personaggio, da sopra una collinetta con un vissuto tricolore accarezzato dal vento in quota...
Gentilmente Ivan gli chiede un posto dove poterci fermare per il pranzo e veniamo invitati a fermarci sul suo terreno, ospitandoci su un splendido praticello terrazzato sotto la funicolare che si affaccia sul lago con un bellissimo panorama! Davvero strano ma molto gentile!
In una cornice molto piacevole con una vista lago da togliere il fiato, stesi i teli su cui appollaiarci, cominciamo a gustare i nostri pranzi al sacco apprezzando la tranquillita' e il silenzio di quelle zone, che pace!! Roberto offre un gustoso salamino e Anna ci vizia con i suoi ormai immancabili dolcetti ! ...Grazie !!
A questo punto manca solo un buon caffe' ...e colgo al volo una proposta scherzosa di qualcuno per scarpinare fino al baretto del paese e concludere i nostri lauti pranzi con un amaro e dei caffe' molto apprezzati...
Torniamo in sella ai nostri amati mezzi e, dopo aver salutato e ringraziato il nostro simpatico personaggio in sella a una rombante moto da trial, scendiamo e saliamo per le vallate per arrivare a Lanzo e raggiungere la terrazza della Sighignola, dove facciamo una sosta per ammirare e fotografare il maestoso panorama verso Lugano, il lago omonimo e i monti della vicina Svizzera.
Il pomeriggio avanza e per il rientro verso casa si decide di scendere verso Porlezza per un ultima piacevole sosta e gustare un ottimo gelato (che coda in gelateria...segno che era davvero buono!).
Attraverso il lungolago di Lugano colmo di gente a passeggio, raggiungiamo Mendrisio per fare il pieno di benzina approfittando del prezzo elvetico più economico e per i saluti.
Dopo un simpatico attacco piromane ai miei "polpacci da terzino " (vero Roby?) si riparte verso casa , felici di aver trascorso in piacevole compagnia una bella giornata di sole, che lascia gia' un pò di colore
sui nostri visi ...

Maurizio
 

 

 

 

 

 

Le Foto