Home Page


14 Marzo 2010

      

 

 

 

*DA MILANO
La tradizione si ripete….Anche quest’anno abbiamo inaugurato la stagione di SADV con la visita al Santuario di Caravaggio con annessa benedizione dei nostri mezzi e visita alla città di Bergamo Alta.
Le temperature previste non erano delle più miti e invece una tiepida giornata di primavera ha accolto la nostra uscita.
Il punto di ritrovo per i ‘milanesi’ è a Milano, zona corso XXII Marzo e puntuali arrivano Luciano,Walter e Nadia,Roby e Ketty,Claudio e Maura, inoltre troviamo anche due nuovi compagni di SADV Vanni e Elke e approfitto di questa occasione per rinnovargli il benvenuto in Scooter Adventure.
Dopo i vari saluti partiamo alla volta di Caravaggio.
Alle 10,45 come da programma 13 tra scooter e moto erano ben allineati nel piazzale del Santuario pronti per ricevere la Benedizione.
 

Roberto
 


*DA BUSTO
Che bello! Finalmente, dopo una lunga e forzata astinenza, la giornata ci permette di saltare in sella al nostro fedele Burgman e di scooterare anche con gli amici di Scooter Adventure quindi, non perdiamo tempo, via!
L’incontro dei Varesotti questa mattina è stato fissato al primo autogrill di Lainate per una eventuale e furtiva colazione; ad aspettarci troviamo Maurizio, alias Gastone, un po’ infreddolito.
Intanto Paolo e Roberta ci avvisano che hanno avuto un contrattempo e che ci raggiungeranno al secondo punto di ritrovo, ovvero subito dopo la barriera di Melegnano dove, nel frattempo noi tre ci incontriamo con Il dile, arrivato da Casale dopo aver rimontato il suo telepass cadutogli dalla tasca mentre era in marcia! Mi sa che una benedizione non fa male!
Avvisiamo del nostro ritardo Roberto e Ketty che, per quelli della zona Milano, avevano appuntamento in piazza Emilia e che partono alla volta di Caravaggio.
Raggiunti finalmente anche da Paolo e Roberta tentiamo di recuperare il gruppo che ci precede ma, il traffico, i semafori immancabilmente rossi e un incidente, ci rallentano così perdiamo le speranze di compattare il gruppo e, usciti dal centro città, inizia la nostra corsa contro il tempo per raggiungere Caravaggio in tempo per la benedizione dei mezzi. Sempre più convinta che la benedizione è necessaria!
Entriamo nel parcheggio adiacente alla cattedrale e, appena tolgo il casco, ricevo una bella spruzzata di acqua santa, giusto in tempo: la benedizione!
Ora ho tempo di salutare gli amici che oggi partecipano alla prima uscita di stagione: 14 mezzi per un totale di 22 persone tra cui due new entry ,Vanni e Elke, che spero di rivedere presto per condividere nuove avventure e Roberto, alias Il bramba (per le zavorrine importante vedi chiacchiere in rosa!), amico de Il Mario alias il lumacone che non ha resistito, anche in questa occasione, dal sfoggiare le sue abili doti di conquistatore.
Non possiamo perdere la visita dei giardini e del Santuario, beviamo l’acqua benedetta della B.V. Maria “del Fonte” (anzi qualcuno riempie delle bottigliette!), acquistiamo qualche candela da portare in dono e ci rimettiamo in sella.
Gianba e Silvia, Bergamaschi d.o.c, in sella al loro nuovissimo VStrom (grazie per aver offerto il caffè!), fanno da apripista prima e da Ciceroni poi, per la città di Bergamo Alta e a loro ora passo la parola…
Grazie a tutti per la deliziosa giornata!

Federica

 

*DA BERGAMO
Ed eccoci finalmente di nuovo in sella.
Dopo esserci incontrati presso la zona benedizioni del Santuario di Caravaggio, aver partecipato alla benedizione dei mezzi e fatto una breve visita all' interno del luogo di culto, ci siamo avviati verso la seconda meta della giornata.
Dopo circa mezz' ora di viaggio e aver superato un notevole dispiegamento
di carri allegorici pronti per la locale festa di metà Quaresima, siamo arrivati
a Bergamo Alta.
Dopo aver parcheggiato i mezzi, ci siamo incamminati verso il centro storico.
Vista l' ora e la quantità di gente che affollava la via principale, attratti dai profumini invitanti che uscivano dai panifici e pizzerie d' asporto e non avendo
trovato un luogo che potesse ospitare tutti, ci siamo separati per la pausa pranzo.
Dopo esserci rifocillati, ci siamo ricongiunti per un breve giro attraverso i monumenti principali del borgo storico. Partendo dalla rocca circondata dal parco delle rimenbranze, ci siamo diretti verso Piazza Vecchia con al centro la fontana del Contarini, e ai lati il bianco palazzo della bibblioteca e il palazzo
della ragione con la torre del campanone che ancor oggi come nei tempi
passati, tutte le sere alle 22 suona 100 rintocchi. Passando dal battistero, siamo entrati nella Cappella Colleoni, tomba del famoso condottiero Bartolomeo Colleoni noto ai più per i suoi attributi messi in evidenza sul suo stemma e puntualmente toccati dai visitatori all' ingresso della Cappella.
Dopo una veloce visita alla Basilica di Santa Maria Maggiore e al Duomo, ci siamo incamminati verso i mezzi e, visto l' orario e l' aria che si stava rinfrescando, ci siamo salutati e ci siamo diretti all' ingresso dell' autostrada.
Dopo aver rotto il ghiaccio, riscaldato i motori e, naturalmente, aver incontrato
amici vecchi e nuovi, la voglia di tornare in sella è tantissima e, sperando nella clemenza del meteo, non vediamo l' ora di ripartire.
 

Giamba

 

 

 

 

Le Foto