2009 - Viaggio in Sicilia

 

By Alberto

 

 

Giro in Sicilia

Una settimana di impareggiabile gusto motoristico nella regione che potrei definire una fra le più belle d’Italia .Condotti nei segreti dell’isola da accompagnatori siciliani D.O.C. che non hanno mancato di farci scoprire non solo le sue splendide strade e stradine ,anche quelle chiuse al traffico!!!!. Ma anche la ospitalità e la buona tavola.
Ritrovo a Genova il 24/04 e partenza per Palermo alle ore 22.00
Arrivo a Palermo alle ore 18.00 e sulla banchina troviamo i nostri accompagnatori siciliani ad attenderci per condurci a Castellamare dove abbiamo conosciuto degl’altri partecipanti al giro provenienti da Roma . pianificazione del giro e finalmente a tavola ovviamente cucina siciliana .
• 1° partenza ore 08.00 destinazione Cefalù ,troppo poco tempo concesso per una cittadina così ricca di bellezze ma la strada ci attende e percorriamo tanti km che sfiorano il mare sino ad Acquadolce per poi ,dopo una tappa ristoratrice a base di salumi e formaggi del luogo( il proprietario una vera macchietta ), ci inerpichiamo per il passo della Femmina Morta ,quota Mt 1450, fermata di rito e foto si tante foto e poi giù per la prima fermata di leccornie verso Randazzo per assaggiare il gelato al cioccolato con le pere (che schianto roba da leccarsi i baffi e qualcuno a fatto il bis) presso la più rinomata gelateria vincitrice di vari concorsi nazionali ma ovviamente non solo gelati ma anche la famosa pasticceria siciliana , cannoli cassate cassatielle ecc ecc. proseguiamo verso Montalbano ,non il commissario,per poi ridiscendere verso il mare a Portorose all’hotel Hilton .Trattamento regale e camere tutte su di un porticciolo privato pieno di ogni tipo di barche.
• 2° partenza ore 08.30 con un vento con raffiche che superano i 100 km orari ,una vera sfida a tenere in piedi i nostri mezzi anche se eravamo in rettilineo eravamo sempre piegati. Ma nulla ci ferma . Raggiungiamo l’imboccatura della SS 185 considerata e a ragione una delle più belle strade d’Italia con i paesi che sembrano appesi alle pareti dei monti infine raggiungiamo Novara di Sicilia dove un assessore del paese ci fa da cicerone al punto di aprirci le porte di un piccolo teatro ,una vera chicca , e ci improvvisa un monologo dal palco estremamente divertente. Sorbito un ottimo caffè e salutato l’assessore riprendiamo la nostra 185 accompagnati da degli scenari unici con le isole Eolie che sembrano uscire da un racconto fiabesco e da un profumo di ginestra che ci accompagnerà fino a Linguaglossa dove giriamo in direzione ETNA che hai!!!! Hai!!!per noi è coperto da una coltre di nubi nere e con più ci inerpichiamo la nebbia aumenta e la vista diminuisce tra nebbia, lava nera come la pece non ci si vede proprio nulla è giunta l’ora di una sosta per un panino e per riprenderci dal freddo 2° gradi , si ma.... quando usciamo da questa baita la lieta sorpresa LUI è lì in tutto il suo splendore che solo la natura sa offrirti ,lava nera ,neve bianca (alta) un contrasto difficilmente ripetibile e il sole che illumina tutto ciò creando dei contrasti fantastici e con il suo pennacchio che ti fà capire che stà solo riposando , dopo le foto di rito del gruppo con tanto di telo sponsorizzato MOTOVACANZE prendiamo la strada a scendere verso Zafferana e poi proseguire per Acireale dove un Hotel ci attende in riva al mare.!!!!!! Serata veramente sotto il segno delle sorprese ,i nostri accompagnatori a conoscenza che per una copia del gruppo ricorreva il trentesimo anniversario di matrimonio hanno fatto allestire un tavolo unico per tutta la compagnia con tanto di omaggio floreale alla sposina,di trentanni fa,è un vero banchetto degno della migliore ospitalità siciliana ,ovviamente cucina prettamente sicula, fantastico . Ma le sorprese non finiscono qui ad ognuno dei partecipanti viene regalata una polo molto bella (ovviamente sponsorizzata)
• 3° 09.00 TAORMINA –CASTELMOLA e zone limitrofe , giornata magnifica sole a go-go caldo . e qui mi ci vorrebbero pagine per descriverne le bellezze perciò lascio a voi l’immaginare. A Castelmola esiste un vecchio locale molto rinomato per i suoi arredi e la sue raffigurazioni TANTRICHE merita una visita . Rientro in hotel per pernottamento e cena
• 4° 07.30 partenza per CATANIA,e le valli de barocco , NOTO capolavoro dell’architettura barocca Patrimonio Mondiale dell’UNESCO , N:B: per pranzare un panino al volo troppe le cose da vedere, MODICA aggrappata alle colline che la circondano ma arriviamo in concomitanza con la fiera internazionale del cioccolato [ altro che svizzero,,,,,,,,,,,,]. , RAGUSA IBLA tanto cara al commissario Montalbano,COMISO con tutte le sue colture e quì ad un distributore abbiamo incontrato un vecchietto che con il suo ape carico di arance e altri frutti ci ha regalato un momento di gentilezza sbucciando per ognuno di noi arance a profusione e servitecele tagliate a quarti pronte per essere mangiate ,Carinissimo, spesa per non sò quanti Kg di arance sbucciate 5 € . Dopo questa gustosa fermata riprendiamo la strada per CALTAGIRONE e la sua famosa scalinata e le sue ceramiche ,e visto che tutti i posti parcheggio per moto erano occupati da auto abbiamo parcheggiato nella piazza del Comune ,ovviamente zona pedonale, ma con il bene placido dei vigili di turno, attirando l’attenzione di tutti i passanti sia per i mezzi che per le targhe di provenienza. Giornata all’insegna della pura cultura architettonica e dei profumi che ci hanno accompagnato per tutta la strada dal gelsomino alla zagara e al profumo di carrube a volte talmente intensi da coprire i gas di scarico dei mezzi che ci precedevano. Destinazione Hotel Villa Gussio Nicoletti con tanto di SPA per il piacere delle signore e anche di qualche ometto che dopo tante ore di viaggio non hanno rinunciato ad un massaggio rilassante , Cena a base di pesce dagli antipasti, ai primi, ai secondi e al dolce fatto con colla di pesce ,una prelibatezza.
• 5° 07.30 PIAZZA ARMERINA visita alla villa romana 1°o 2° secolo D.C con tutti i suoi mosaici bellissimi e molti in fase di restauro (,direttore ai lavori è il Sig. SGARBI ) e qui si sfata il fatto che il BICHINIM fù inventato dagli Americani il secolo scorso non signori ci sono dei mosaici che raffigurano delle giovani fanciulle in bichini di ogni foggia e di ogni tipo risalenti appunto all’epoca Romana. Stop per gratificare oltre che la vista anche lo stomaco presso un caseificio dove è stata approntata una tavolata per 25 persone e serviti formaggi di loro produzione dalla ricotta di capra a formaggi con il peperoncino da farti lacrimare gli occhi accompagnati da pane fatto in casa e vini della zona . Si rientra verso l’Hotel dove mi attende un massaggio rilassante a base di olii caldi ,prenotato la sera prima, cena impeccabile ma ,dopo la scorpacciata di formaggi unici e speciali, poco gradita Tutti a nanna.
• 6° 07.30 partenza con destinazione SEGESTA con il suo tempio dorico ancora intatto risalente al 5 sec. A.C. , ma questi greci li sapevano scegliere bene i posti dove edificare i loro teatri ,questo sorge su di una collina a qualche km dal mare ma da dove si gode un panorama bellissimo su tutto il golfo di Castellamare . Si riprende la via per la penultima fermata Piana degli Albanesi e questa è solo una fermata culinaria CANNOLI ALLA SICILIANA confezionati al momento una prelibatezza, con ancora il gusto dei cannoli in bocca prendiamo la strada per MONREALE e il suo DUOMO
• Solo questo vale bene un giro in Sicilia -----TROPPO BELLO-----
Ore 20.00 imbarco per rientro a Genova

 

Aquila nera