Home Page


13 aprile 2009

 

 

Il ritrovo è all'uscita dell'autostrada a Serravalle Scrivia (tristemente o felicemente vicino all'OUTLET che attira così tanto le signore e che alla fine per qualcuno sarà inevitabile questa volta...), ci troviamo puntuali tutti quanti insieme. Siamo in tanti questa volta: ci sono Marco e Antonella, Beppe e Margherita, Andy e Vania, Clod e Maura, Paolo e Roberta, Ivy e Biby, Walter e Nadia, Roberto e Ketty, Giuse e Rosy, Ivan e Federica, Max e Enrica, Edo e Flora, Shrek e Fiona, Liviotto.
Dopo i saluti di rito e l'espletamento un po' difficoltoso del pieno benzina per Beppe & Margherita (ricordarsi sempre del kit benzina emergenza in banconote di piccolo taglio e di schiacciare il numero di pompa giusto !!) si parte direzione Val Borbera.
Pochi km e lasciamo la statale per iniziare a Vignole Borbera la salita in mezzo alla campagna. Nonostante la giornata di pasquetta questo itinerario è molto poco frequentato e le strade sono quindi quasi tutte per noi.
Ci fermiamo a Cabella Ligure per una sosta caffè e poi, anche se c'era già un'idea di massima di un breve itinerario collinare, vista la bella giornata al momento improvvisiamo e decidiamo di prendere una direzione imprevista: il passo di GIOVA' a 1.400m. Si prosegue su per una strada tutta curve che sale continuamente in mezzo alla natura in paesaggi sempre più selvaggi fino al territorio di Capanne di Cosola che si scopre essere un punto turistico famoso sia d'estate che d'inverno (ci sono gli impianti da sci), tra l'altro situato nel territorio definito delle 4 province (o delle 4 regioni) perchè confluiscono Alessandria, Pavia, Piacenza e Genova: http://www.appennino4p.it/.
Però salendo su per la panoramica strada montana la temperatura scende (c'è la neve sui prati), così arriviamo fino al passo e poi si decide di tornare un po' più in basso per cercare il posto per il nostro picnic; scendiamo quindi di qualche km fino a trovare il prato giusto........... qui dai bauletti e sottosella viene fuori l'imprevedibile (non per noi però)...........sulle coperte stese sul prato (tra cui spicca naturalmente quella rigorosamente leopardata di Roberta) spuntano gli immancabili panini con salumi e formaggi, ed ogni altro tipo di alimento trasportabile solido e liquido; non possono mancare ben 4 colombe, le uova pasquali, biscotti e torte, numerose bottiglie di vini vari ma anche i liquorini (amari, limoncelli, ecc) gentilmente offerti a tutti da Marco & Antonella.......che mettono a serio repentaglio la patente di molti sulla via del ritorno..........insomma come al solito ormai è più quello che si mangia di quello che si viaggia............io personalmente ho proposto una variazione dell'oggetto del gruppo da "viaggi in scooter" in "mangi in scooter"......
Ma non è finita qui, dopo qualche battaglia a colpi di acqua nella schiena (in questo gruppo si torna bambini......non c'è niente da fare) compare all'improvviso una piccola lotteria con in palio due uova, un kit di posate SADV e un apposito plaid da picnic (1° premio vinto da Giuseppe e Rosi).
Alla fine si decide di ripartire e questa volta verso l'itinerario originalmente pensato, che prevede di ritornare a Serravalle anzichè dalla strada di arrivo attraverso le colline via Mongiardino Ligure; anche qui praticamente e insolitamente per la giornata di pasquetta, non troviamo praticamente nessuno e il nostro serpentone di 14 mezzi si trascina dalla montagna alla pianura e poi di nuovo alla collina, salite e discese, curve e controcurve in mezzo alla natura in tutta pace fino a ritrovare la statale che in pochi minuti ci riporta al casello di Serravalle Scrivia dove c'eravamo incontrati al mattino.
Ma non può ancora finire così la giornata: per cui prima dei saluti si riaprono i bauletti ed escono magicamente le colombe avanzate per lo spuntino di merenda prima del ritorno...............appunto: "mangi in scooter".........
A questo punto sono le 18 circa e ognuno riprende la sua strada, naturalmente a qualcuno questa volta tocca pagar pegno e fare sosta all'OUTLET prima di tornare a casa !! Qualcuno dice di aver visto volar via una BATMOTO nera.......................boh........:-)
 

Ciao Dario
 

 

 

 

 

Le Foto