Home Page


15 marzo 2009

 

 

E dopo un inverno rigido e nevoso,finalmente usciamo dal guscio e cosa c'è di meglio di una bella gita con amici su due ruote???!!!!
La meta scelta è il romantico lago di Como con la sua suggestiva vista panoramica. Ritrovo per alcuni a Camerlata, per altri a Erba.
Noi : Ivan-Fede, Alberto-Rossella, Walter-Nadia, Paolo, Claudio-Maura, Luca/CH,  Maurizio, Max-Enrica, Luciano-Vittoria, Edo-Flora, partiamo verso la prima meta, il Santuario della Madonna del Ghisallo dedicato ai ciclisti. Dopo esserci sgranchiti un pochino, scattato alcune foto e chiacchierato un po', ripartiamo verso l'interno del paesino tra tornanti e viuzze(che grande gioia!!!), ma l'ora si fa tarda e dobbiamo essere puntuali al ristorantino dove ci attende un pranzo tipico: "il tocc" e cioè la polenta con formaggio e burro gustata direttamente dal paiolo usando dei cucchiai di legno, salame, gallina bollita fredda,costine ai ferri,mortadella di fegato tagliata a cubetti e"misultin" pesce di lago essicato al sole e poi cotto alla brace. A polenta finita, ci portano "il ragel", tipo di vin brulè cotto nel paiolo della polenta da noi in precedenza sbranata, dato fuoco e servito nei bicchieri di coccio,passiamo ora al dolce "la miascia" torta a base di farina di mais, fichi, pinoli, noci ecc... (bomba calorica) e per finire caffè e bicchierino di cioccolato fondente con liquorino d'erbe.
Nel primo pomeriggio,ci hanno raggiunti anche Giamba-Silvia e Renato riuscendo a gustare il dolce e il caffè. Con la panza piena, riprendiamo il nostro percorso, dirigendoci verso Bellaggio, parcheggiamo a fatica, molti hanno avuto la nostra stessa idea,essendo una bella giornata e tra un gelato, una bibita e occhiata alle vetrine, salutiamo i nuovi amici Max ed Enrica che arrivando da lontano, sono i primi a lasciarci.
Decidiamo quindi di fare una visitina a Brunate, dove il panorama mozzafiato ci obbliga a scattare qualche foto.
L'ora si fa tarda e i saluti sono d'obbligo e non mancano baci e abbracci.Anche questa è stata una domenica all'insegna di SADV, 12 mezzi rombanti hanno sfilato per le strade pittoresche del Lario, cogliendo il meglio di tutto cio' che di piu' bello la natura possa darci, la liberta' di scolpire l'aria per coglierne gli odori e i colori e perchè no anche i sapori di questo angolo di Lombardia.

Alla prossima Flora&Edo

 

 

 

 

 

Le Foto