Home Page


Domenica 1 Giugno 2008    


 

 

SU E GIU’ NEL PARCO DEL BEIGUA CON SCOOTER ADVENTURE

Da MASONE a COGOLETO

Puntuali come orologi svizzeri ci siamo trovati con tutto il gruppo alle 10.00 all’uscita del casello autostradale di MASONE .
Da qui abbiamo iniziato il nostro percorso di circa 80 km respirando aria di montagna,ma con una inconfondibile contaminazione marina.
Passato Masone abbiamo imboccato la strada che porta al PASSO DEL TURCHINO e attraversata una stretta galleria ci siamo diretti verso il PASSO DEL FAIALLO.
La strada che porta al Faiallo si snoda in leggera salita lungo un solitario percorso in mezzo ai boschi e appena si oltrepassa il passo e si giunge sul versante marino,le montagne si spogliano e lasciano spazio a distese di prati verdissimi.
Lo scenario è veramente bello,la strada è tutta in costa e il panorama è da non perdere,peccato per la leggera foschia.
Attraversato il centro abitato di URBE abbiamo preso la direzione per PIAMPALUDO percorrendo una strada ricca di tornanti e in mezzo ai boschi.
Piampaludo è un minuscolo borgo situato sull’omonimo pianoro e qui abbiamo approfittato del Rifugio per una meritata sosta.
In men che non si dica siamo stati letteralmente circondati da una ventina di persone a cavallo che avevano avuto la nostra stessa idea….tappa sgranchimento gambe e pausa caffè.
Ripresi i nostri mezzi e salutati cavalli e cavalieri ci siamo diretti ad ALPICELLA ,passando per Prato Rotondo. Questa è…. o era una splendida località posta sul cucuzzolo della montagna,ma ahimè è stata completamente fagocitata da miriadi di antenne e ripetitori.
Percorrendo la strada verso Alpicella abbiamo incontrato diverse aree attrezzate per i PICNIC,si potranno tenere in considerazione per prossime gite.
La strada che porta ad Alpicella è molto stretta e in mezzo ai boschi del Parco del Beigua,ma percorrerla è stato un vero piacere.
Passato Alpicella abbiamo iniziato la discesa verso il mare percorrendo una strada definita da qualcuno ‘sentiero per le capre asfaltato’.
Questo ‘sentiero’ ci ha portati anche a Faje e all’Eremo del DESERTO.
Non sapendo cosa fosse ci eravamo immaginati qualcosa di ESOTICO….invece sorpresa sorpresa si trattava di un convento di frati,però effettivamente è posto nel mezzo di un fitto bosco ed è proprio DESERTO.
Ripresa la discesa verso il mare,ad un certo punto la strada ha dato l’impressione di interrompersi..per permetterci di ‘guadare’ un torrente su una stretta striscia di cemento a pelo d’acqua.
E così siamo giunti verso le 13.00,con un certo languorino, a Cogoleto.
Parcheggiati i nostri mezzi ci siamo subito messi alla ricerca di un panificio dove poterci rifocillare e questo ci ha permesso anche di fare quattro passi e di visitare il centro di Cogoleto.
Qui abbiamo assistito ad una scena da ‘libro Cuore’….Walter ha lasciato a Beppe l’ultimo pezzo della sua focaccia preferita,saranno stati i rimorsi del famigerato stinco di Natale ?
Con i nostri pacchetti e pacchettini ci siamo diretti verso una spiaggia (di sassi) per consumare il nostro pranzo e per rilassarci in riva al mare.
Il relax è perdurato fino all’ora della partenza per le varie destinazioni e salutata la compagnia ci siamo diretti verso casa.
Concludo ringraziando e salutando tutti i compagni di viaggio per la bella giornata trascorsa insieme.

Beppe e Margherita
Dario e Silvia
Walter e Nadia
Marco e Antonella
Sergio e Brunella

Un saluto a tutti e alla prossima ADVENTURA

Roby & Ketty
 

 


 

L'Itinerario

 

 

 

Le fotografie